Il casello [Drammatico, di Alobar]

L’ho fatto di nuovo. Sono uscito, ho preso la Bmw bianca di Alobar, ho raggiunto il casello di Lambrate, ho aspettato. Ho fumato diecimila Rosse (domani avrà mal di gola). Sono sceso e ho consegnato la chiavetta sbagliata alla Signora sulla Porsche nera.  Lei, l’autrice (!), non sa chi sono, non ha mai visto Alobar.

Annunci
4. Drammatico

Il Casello [Cronaca, di Ninja]

Coda di 9 chilometri sulla A51.

Auto fantasma bloccano il passaggio.

E’ successo tutto ieri sera intorno alle 19:20. Una Porsche nera e una Ford Fiesta, hanno bloccato il traffico sulla tangenziale est di Milano, a pochi passi dallo svincolo di Lambrate.

3. Cronaca

Il casello [Drammatico, di Ninja]

“È finito”.

Nonostante fossero passati già tre giorni, stentavo ancora a crederci.

“È finito”. Incredibile come due parole così semplici possano creare un subbuglio emotivo di proporzioni cosmiche. Mettere la parola fine ad un progetto del genere è come riprendere a respirare a pieni polmoni. Abbandonare l’aria rarefatta di un mondo ostile e privo di luce, per un paradisiaco lungomare, abbracciato dal sole più caldo. Se solo Dio sapesse cosa ho portato a termine.

4. Drammatico

Il casello [Drammatico, di Alfa]

Perché perdi tempo a lamentarti? Perché polemizzi? Perché scurisci di due toni le immagini? Perché in un soffio di vento vedi una tromba d’aria e in una tromba d’aria un cataclisma biblico? Perché appesantisci anche le piume, zavorrandole di ripetizioni e pause e dettagli grevi e inutili e pedanti? Perché tutti quegli aggettivi? Uno in fila all’altro, carichi di ansia e peso e fatica?

Perché se una cosa non la ripeti, almeno tre volte, enfatizzandola, pensi di non esser sentito?

4. Drammatico

Se vuoi farlo, fallo 9 volte. Tutte diverse.

Sai chi è Queneau? Raymond Queneau. No? Allora niente, puoi  chiudere questa pagina e: a) dimenticarci per sempre; b) andare in Amazon e scaricarti una copia di Esercizi di stile, tradotto da Eco.

L’idea è quella di scrivere una storia (breve) usando 9 stili diversi.

Perché? Perché per restare nella gang (o provare a metterci naso, o radici) tocca saper cambiare voce. A comando.

Se ci stai, ti pubblicheremo qui. Se decideremo di pubblicarti, sceglieremo per te uno pseudonimo (a meno che non ci faccia impazzire quello che ci proporrai tu).

Protagonista: lo scrittore fantasma

Personaggi: lo scrittore, il cliente.

Azione: 

  • Lo scrittore esce di casa.
  • Prende l’auto.
  • Raggiunge il casello di Lambrate.
  • Incontra il cliente che guida una Porsche.
  • Parlano. Non si sa cosa si dicano.
  • Riceve una busta e consegna un usb.
  • Riparte.
  • Fine.

Stili:

  1. Thriller/noir
  2. Rosa
  3. Cronaca.
  4. Drammatico.
  5. Humor
  6. Mental coach
  7. Sensoriale.
  8. Inverso.
  9. Negazione.

 

Lunghezza: minimo 1 cartella (1.500 battute) e massimo 2. Magre.

Istruzioni: come diventare uno scrittore fantasma